Autore: Maria Centrella

Le scuole riaprono in presenza sembra quasi per una presa di posizione inutile o se vogliamo assurda: non si é in grado di garantire il testing col rischio di accelerare ancor più l’aumento del numero di positivi con conseguente pressione su ospedali e personale ospedaliero già provato avremo una didattica mista che vedrà classi con alunni parte in presenza e parte in dad (did) difficile da gestire dal punto di vista dell’insegnamento e che non […]

Vi risparmio il quadro abusato di Pellizza da Volpedo (Quarto Stato – bellissima opera assurta a simbolo del proletariato che prende consapevolezza dei propri diritti)  e cercando di evitare la retorica, cosa difficile, faccio riferimento allo slogan “8 ore di lavoro, 8 ore di svago, 8 ore per dormire” che viene proposto in Australia nel 1855 per essere poi condiviso dal movimento operaio dei primi del 900. Mi soffermo sulle “8 ore di lavoro” perché non […]

8 marzo “Giornata internazionale dei diritti della donna” (ONU 1977) , che vuole essere la giornata non del genere femminile, ma una giornata di riflessione sui diritti negati alla donna, sulle discriminazioni, sulle violenze di cui è oggetto, sulla parità di genere, principio trascurato anche inoccidente e lontano dall’essere reale, se pensiamo ad esempio che in Italia lo si vorrebbe raggiungere con le quote rosa imposte per legge, quando invece occorrerebbe insegnare e nei fatti, […]

I progressi tecnologici, delle reti sociali e dei media, hanno determinato nel tempo il cambiamento delle esigenze degli studenti modificando il processo di apprendimento e quindi di insegnamento. Da ciò deriva un’innovazione della didattica che necessita, di conseguenza, di spazi architettonici più flessibili, più dinamici, e questo facendo riferimento non solo allo spazio per la lezione strutturata ma anche a quello di accoglienza, connessione-transito, perché anche questi fanno parte dell’ambiente per educare in forme e […]

Vi augurodi tornar ogni tanto bambini nel cuore e nella mente, per riuscire ancora a sorprendervi davanti ad un tramonto e aspettando l’alba che illumina un nuovo giorno, perché la bellezza possa “trafiggervi”, come diceva T. Mann;di agire e non rimanere fermi soprattutto quando qualcosa tende a sopraffarvi;di non dar nulla e nessuno per scontato perché nulla ci è dovuto e l’amore va coltivato.Vi auguro tempo per ridere, per scherzare ma soprattutto per amare;di tendere […]


La Esse Radio

La Esse Radio

Traccia corrente

Titolo

Artista